Formato: EPUB
E’ un’intervista-dialogo-racconto in cui emergono i personaggi che fanno parte dell’universo di Zolla (Cristina Campo, Mario Praz, Roberto Calasso, Macchia, Grazia Marchianò, Debenedetti, Brandi, ma anche Borges, Dante, Kereny, Yeats, Junger, Adorno, Lévi-Strauss, Joyce…), i siti della sua vita (la Torino della ‘molesta’ giovinezza, il silenzio e la melodia perpetua di Montepulciano, il reliquiario tibetano, un tempio buddhista e paesi iranici, balinesi, indù, giapponesi, cinesi, birmani, thai) e le sue personalissime considerazioni sull’etica, l’arte, la cultura, la volgarità, la bellezza, il cinema, la TV.
(Visited 1 times, 1 visits today)