Formato: PDF

Pascoli segna l’inizio della poesia del Novecento. Questo volume ripropone l’intera produzione, a partire dalle opere giovanili, quelle “Myricae” dominate dalla poetica delle “piccole cose”, fino ai “Carmina” in latino. La poesia di pascoliana non è creazione letteraria, ma scoperta, intuizione di ciò che di positivo o di negativo già esiste nel reale, è la sensibilità spogliata di ogni sovrastruttura culturale, è immediatezza gioiosa o angosciosa.

Download For Filecrypt

Easybytez

(Visited 4 times, 1 visits today)